Vienna: 5 motivi per cui devi assolutamente visitare il Naturhistorisches Museum!

Il secondo giorno a Vienna, dopo aver trascorso una lunghissima giornata alla ricerca del Consolato per risolvere il problema dei documenti (per saperne di più, leggete il nostro racconto di viaggio Quando perdi i documenti all’estero e il viaggio diventa un “polizei tour”!), abbiamo deciso di avventurarci a piedi per le strade della città, alla ricerca di qualche punto d’interesse ancora aperto (a dicembre chiudono quasi tutti alle 18 ed erano ormai le 17.30 😦 ).

Vienna è come una città museo: arte, musica e architettura la fanno da padrone, ma è anche una città ricca di storia (non solo asburgica!). Lo sfarzo e la ricchezza delle costruzioni in stile asburgico saltano subito all’occhio, certo, ma il cuore della città offre la possibilità di conoscere una storia ben più antica.

A Tourist Abroad_Vienna

Prima di ogni nostro viaggio, solitamente stiliamo una lista dei punti d’interesse (con tanto di orari di apertura e costo d’ingresso), elencati in ordine di importanza e gradimento (e mica siamo maniaci dell’organizzazione, noi! :D), per farci un’idea di cosa potremmo visitare una volta arrivati in zona (potete trovare la lista delle attrazioni di Vienna nella nostra sezione download).

Il Museo di Storia Naturale di Vienna, o per i viennesi il Naturhistorisches Museum, era passato in sordina nella nostra lista. Amiamo i musei di storia, ma avevamo deciso di dare la precedenza ad altri punti d’interesse. Sarà stato il destino, ma quella sera era l’unico museo ancora aperto! Ci siamo arrivati per caso, passeggiando alle spalle del complesso dell’Hofburg: ci è apparso illuminato di mille colori, proiettati su entrambe le strutture del museo, e immerso nei mercatini di Natale ci ha offerto riparo dal vento gelido di dicembre. Non abbiamo saputo resistere alla tentazione!

Il Museo ci ha lasciati senza fiato! Abbiamo fatto in tempo a visitare entrambe le strutture, saltando la fila grazie al miracolo del Vienna Pass (giusto in tempo! Abbiamo rischiato di essere inghiottiti da una scolaresca di adolescenti sudaticci!), e siamo giunti alla conclusione che è un museo assolutamente da vedere!

Ecco i nostri 5 motivi per cui vale davvero la pena di visitare questo museo unico nel suo genere:

1. Un Museo da P R I M A T O!

Questo museo non ha davvero nulla da invidiare a i suoi famosi fratelli di New York o Londra, è uno tra i musei più antichi e vasti del suo tipo, nato come collezione privata di Francesco I di Lorena, contiene più di 25 milioni di pezzi originali (alcuni risalgono addirittura a più di 5.000 anni fa!). Francesco I, infatti, era un eccentrico collezionista e ha avuto accesso a pezzi rarissimi di ogni genere. Il Museo contiene una delle collezioni più vaste d’Europa!

Su richiesta, è possibile effettuare una visita guidata sul tetto per poter ammirare l’incredibile panorama di Vienna e osservare dall’alto la Ringstrasse che cinge il centro storico e la bellissima piazza principale.

2. La Venere di Willendorf

Questa è stata una vera sorpresa per noi! Ammetto che non avevamo raccolto molte informazioni riguardo il museo e quando ce la siamo trovata davanti, così improvvisa e inaspettata, siamo rimasti senza fiato. Per Marty, appassionata di culti antichi, è stato come un colpo al cuore (in senso buono!). Gli appassionati la riconosceranno sicuramente al volo! La Venere di Willendorf è la rappresentazione del femminino più famosa, una delle veneri del paleolitico (circa 29.000 anni!) più conosciute e un vero e proprio patrimonio delle storia e dell’umanità. Questa particolare scultura è spesso considerata elemento rappresentativo del culto della Madre Terra. Vederla dal vivo è stato emozionante! Abbiamo scoperto che è molto più piccola di quanto sembri dalle foto, una scultura microscopica che potrebbe stare comoda nel palmo di una mano.

Venere di Willendorf

Il Museo ospita anche la meno conosciuta, ma molto più antica (circa 35.000 anni!) Venere di Galgenberg, anche detta Venere Danzante. Un’occasione unica nel suo genere!

3. La sezione Preistorica!

Questa sezione è a dir poco fantastica! Da grande appassionato di Preistoria, l’ho trovata eccezionale! Le sale ospitano un’infinità di reperti e pezzi unici, come minerali, fossili, scheletri (tra cui il cranio di Triceratopo e vari scheletri interi di dinosauri che mi hanno fatto letteralmente impazzire!) e riproduzioni di giganteschi animali primitivi (tra i più suggestivi  un Mammut e l’Uccello del terrore).

A Tourist Abroad_Vienna

A Tourist Abroad_Vienna

Nella sala dedicata al periodo Giurassico avrete la possibilità di assistere allo spettacolo mostrato su schermi lcd: l’evoluzione di moltissime delle specie animali che popolano e hanno popolato il nostro pianeta nel corso dei secoli. Uno dei pezzi forti di questa sezione (ci avrei giocato per ore!) è la realistica riproduzione animatronica di un Allosauro in carne e ossa (bhè, forse più in lattice e pistoni…) che vi impressionerà con i suoi ruggiti (attenti, che morde!!!).

4. Meteoriti e pietre provenienti dalla Luna!

Il Naturhistorisches Museum di Vienna vanta una collezione davvero impressionante di minerali, tra cui potrete osservare la pepita di puro platino più grande del mondo (circa 7 kg) e diversi cristalli e quarzi a grandezza umana pesanti centinaia di kg. Ma l’elemento straordinario, che rende unica questa collezione, è la sala dedicata alla collezione astronomica: ci ha lasciati senza parole! In questa collezione potrete vedere e toccare con mano (esatto, potrete toccare davvero!) pezzi di meteorite, pietre provenienti dalla Luna e persino da Marte! Si tratta di una collezione assolutamente unica nel suo genere, la più grande e antica del mondo, che ospita più di mille reperti di meteoriti. Inutile dire che ci siamo rimasti un bel po’ di tempo, con gli occhi sgranati come bambini!

5. Un museo davvero Hi-Tech!

Anche se gran parte dei protagonisti della struttura appartengono alla storia, questo è uno dei musei più avanzati al mondo, grazie all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia. Nella sala del Planetario è possibile assistere a una moltitudine di proiezioni che spaziano su vari campi, dalla semplice astronomia all’esplorazione delle profondità marine. La struttura è piena di simulatori, che ci hanno catapultati direttamente nello spazio! Il simulatore che propone a seconda dei parametri inseriti l’impatto di un meteorite sulla Terra ci ha un po’ inquietati… ma sono dettagli!

Cosa ne dite… vi ho convinti? Vi ho fatto venire voglia di visitarlo?

Il Museo, nella struttura di fronte a quella che ospita la collezione preistorica, ospita anche una collezione egizia. Alla fine della visita eravamo esausti, abbiamo impiegato circa 2 ore e mezza per visitarlo, ma siamo andati via soltanto perché ci hanno praticamente cacciati per chiudere!

Poco male, mi sono consolato con una buonissima Kaisershmarren presa ai mercatini 😉

Piero

Annunci

4 pensieri su “Vienna: 5 motivi per cui devi assolutamente visitare il Naturhistorisches Museum!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...